Le fabbriche di NAND in Giappone fermano la produzione per colpa del terremoto

Le fabbriche di NAND flash in Giappone hanno sospeso la produzione a seguito di un terremoto di magnitudo 7.6 all’inizio dell’anno, generando preoccupazioni per l’industria dello storage. Toshiba, Shin-Etsu, GlobalWafers e altre aziende stanno esaminando i danni alle loro strutture. Mentre la maggior parte delle strutture di Shin-Etsu a Fukushima non è stata direttamente colpita, TPSCo ha fermato la produzione in diverse località per valutare i danni. TrendForce ha evidenziato la sensibilità sismica nel processo di produzione di wafer grezzi. La situazione richiama il ricordo dell’inondazione in Thailandia nel 2011, che causò una paralisi nella produzione di hard disk e un aumento significativo dei prezzi. L’auspicio è di evitare una situazione simile dopo il terremoto in Giappone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

XtremePc

GRATIS
VISUALIZZA