Windows 11 rafforza la competizione con WinRAR: Nuove potenziate funzioni di compressione

Microsoft sta introducendo una fresca caratteristica in Windows 11 che permette agli utenti di regolare il grado di compressione, la metodologia e altre preferenze durante l’archiviazione di file o directory.

La funzione chiamata “Archivio ispirato” è attualmente in fase di sperimentazione nella versione di prova di Windows 11 (Build 26040 o successive) e sarà presto disponibile nella versione definitiva nelle prossime settimane.

Per chiunque abbia precedentemente scaricato dati archiviati in formati quali .zip, tar, GZ e altri, l’utilizzo di software supplementari come WinRAR o 7 Zip per estrarre il contenuto è stato un procedimento imprescindibile.

Tuttavia, Windows 11 ha implementato il supporto per i formati Zip, TAR, GZ e altri l’anno scorso e ora sta potenziando ulteriormente questa funzione con un nuovo strumento.

Dalla Build 26040 di Windows 11, gli utenti possono manualmente selezionare il formato dell’archivio e personalizzare la metodologia di compressione e il grado di compressione. Quando si decide di comprimere un file, è possibile scegliere il formato Zip (predefinito) o accedere alle “Scelte supplementari”.

Le opzioni supplementari conducono a un nuovo assistente chiamato “Creatore di archivi”, che permette di selezionare tra formati di archivio come 7zip, TAR e ZIP. Questi formati rappresentano modalità diverse di archiviazione dei file. L’utente può anche determinare il modo in cui i file sono compressi per occupare meno spazio.

Esistono vari metodi di compressione tra cui optare, come “Mantieni” (senza compressione), “Deflate” (comune per ridurre le dimensioni dei file), “BZip2”, “Xz”, “Standard”, “LZMA1” e “LZMA2”. Inoltre, è possibile regolare il grado di compressione da 0 a 9, dove un numero più alto indica una maggiore compressione, sebbene richieda più tempo per completare il processo.

Microsoft ha incluso anche due opzioni speciali: “Mantieni collegamenti simbolici e collegamenti fisici”. Abilitando questa opzione, Windows preserverà determinati tipi di collegamenti nei file durante la compressione nell’archivio.

L’integrazione di questa nuova funzionalità è stata resa possibile grazie al progetto open-source lib archive, una libreria di formati di archivio. Questa integrazione apre la porta a ulteriori supporti per formati di file in futuro, come XAR e LZH.

In conclusione, questa innovazione su Windows 11 offre agli utenti maggiori alternative e adattabilità durante il procedimento di archiviazione e compressione dei file, contribuendo a rendere l’esperienza più personalizzata ed efficiente, e riducendo progressivamente la necessità di WinRAR per gli utenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

XtremePc

GRATIS
VISUALIZZA